Istrice

Trapassa l’Aculeo della passione
la morbida carne della mia Volontà

il tuo ghigno beffardo
offusca il mio Sentire,

la sferza della tua bocca
digerisce leggera il mio Agire

ma quanto poco conosci
la robusta fattura della mia Anima.

Poesie